27 gennaio, un’intervista a Primo Levi per non dimenticare

Il 27 gennaio 1945, le avanguardie dell’Armata Rossa arrivavano ad Auschwitz. Quello che videro aveva dell’incredibile, quasi non volevano crederci.

Per ricordare questo evento, il 27 gennaio è stato scelto come “Giorno della Memoria”, per non dimenticare quello che è successo e cercare di evitare che si ripeta.

Io propongo questa intervista a Primo Levi – l’autore di “Se questo è un uomo”, “La tregua” e molte altre opere – durante un viaggio ad Auschwitz.

Rispondi

albertosoave.it © 2017 Frontier Theme
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi