Giuliano Amato – L’Europa deve parlare ai cittadini e generare sviluppo

Tutti gli studi sull’Europa concordano su una valutazione: l’unico modo per conservare il tenore di vita e il benessere in cui viviamo è unificare economicamente e politicamente il nostro continente.

Nel mondo globalizzato i Paesi europei, da soli, non possono più essere protagonisti. Lo impediscono le dimensioni, il numero degli abitanti, la quantità delle materie prime.

Ma ciò che dice la ragione e confermano i numeri, è in contrasto con un forte convinzione: la crisi e la decadenza sono figlie dall’Unione europea.

Come si esce da questo paradosso? E saranno capaci le istituzioni europee a superare questa incongruenza se nel Parlamento europeo ci saranno consistenti forze anti europee?

La sfida europea ha posto queste domande a Giuliano Amato, che tra l’altro è stato vice presidente della Convenzione europea che nel 2003 elaborò il progetto di Costituzione europea.

Chi è

Giuliano Amato, costituzionalista. Ha insegnato alla Sapienza, all’Istituto universitario europeo e alla LUISS.

Due volte presidente del Consiglio, è stato ministro del Tesoro e degli Interni. Ha presieduto l’Antitrust ed è stato vice presidente della Convenzione incaricata di scrivere la Costituzione europea. Ha presieduto la Treccani

È giudice della Corte costituzionale

albertosoave.it © 2017 Frontier Theme
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi