Terzo ricordo

… dietro il ventaglio di piume d’oro…
(G.A. Bécquer)

I valzer del cielo non avevano ancora sposato il gelsomino e la neve,
né i venti avevano pensato alla possibile musica dei tuoi capelli,
né il re aveva decretato che la violetta venisse seppellita in un libro. No.
Era l’età in cui la rondine volava
senza le nostre iniziali nel becco.
In cui convolvoli e rampicanti
morivano senza avere balconi o stelle da scalare. L’età
in cui sulla spalla d’un uccello non vi era fiore che appoggiasse il capo.
Allora, dietro il tuo ventaglio, la nostra prima luna.

albertosoave.it © 2017 Frontier Theme

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi