Maggio 2016

31 maggio 2016

Giornata molto intensa e dai risultati altalenanti.

Oggi pomeriggio ben tre riunioni: la prima sulla questione Amiu/Iren, per trovare una opzione alternativa alla sostanziale privatizzazione dell’azienda di igiene urbana del Comune di Genova; la seconda, un incontro del direttivo di Rete a Sinistra per preparare la terza, ovvero la riunione congiunta con tutti i membri dell’Intergruppo Rete a Sinistra (che non si chiama più così) in Consiglio comunale.

In estrema sintesi, la conclusione è che stiamo lavorando molto e penso anche bene, ma siamo ancora in mezzo al guado. Non tutti hanno la volontà di dare fiato e gambe al progetto della Rete, o non lo hanno capito. Perderemo qualche pezzo per strada, questo è sicuro, ma saremo in grado di allargare il nostro bacino di utenza? Questo sarà per me l’argomento principale sul quale dovremo ragionare nell’immediato futuro.

27 maggio 2016

Si conclude una settimana molto intensa. Lunedì il dibattito sulla Costituzione, martedì il direttivo di Rete a Sinistra, oggi la presentazione dei risultati di una ricerca sulla demografia e il comportamento elettorale a Genova. Bene, la prossima sarà ancora più dura.

Nel frattempo, però – ed è su questo che voglio spendere due parole -, si sta iniziando a fare chiarezza. Se vogliamo partire con il nuovo partito occorre che prendiamo una serie di decisioni. Alcune saranno dolorose perché dovremo lasciare per la strada alcuni compagni e alcune compagne che hanno già annunciato il loro dissenso. Ogni separazione in politica rischia di diventare definitiva e di lasciare strascichi di rancori. Ma che cosa posso farci? Così è la vita. Speriamo che il problema sia più circoscritto di quello che temo.

22 maggio 2016

Complici due bellissime giornate, sono uscito a passeggiare. Ne avevo bisogno perché devo recuperare un po’ di efficienza fisica dopo questi tre anni di inattività forzata. Sono stanchissimo fisicamente, ma la testa è rilassata.

Ieri ho passato il pomeriggio al castelletto di Nervi. Il posto è meraviglioso ed è stata l’occasione per passare un po’ di tempo in maniera diversa dal solito. Dato che era la giornata dell’apertura notturna dei musei, è stata organizzata una iniziativa congiunta del Municipio, dell’Anpi, dell’Associazione Combattenti e Reduci e della Fondazione Garaventa. Probabilmente dimentico qualcuno, e mi dispiace.

Dapprima lettura, da parte di un giovane attore professionista, di alcune lettere dei condannati a morte della resistenza (Walter Fillak, Umberto Ricci e Walter Ulanovski), poi la proiezione di un film su un episodio realmente accaduto in Val Varaita (non mi dilungo qui a raccontare la trama, perché mi riprometto di scrivere qualcosa in maniera più dettagliata. Infine, per non farci mancare nulla, un paio d’ore di musica con voce femminile e chitarra.

Oggi pomeriggio di nuovo lì a fare due chiacchiere e prendere un po’ di sole. Insomma, sono socio, è giusto che mi goda la sede…

Scoprire poi che il mio sito quadernidelcarcere.wordpress.com ha fatto in due giorni il record di visitatori è stato poi impagabile. Un sacco di visite dall’Argentina e parecchie dal Brasile. Per ovvie ragioni questo è un sito a cui tengo molto e che nel tempo è diventato un vero e proprio portale su Gramsci. Per usare un po’ di retorica, si è trattato di un lavoro fatto a imperitura memoria e vedere che ha avuto una crescita continua e costante non può che farmi piacere.

17 maggio 2016

Sabato mattina ho partecipato – in qualità di osservatore – all’Assemblea regionale di Sinistra Italiana. Sono rimasto abbastanza deluso dai contenuti perché non mi hanno dato la sensazione di andare oltre una generica dichiarazione di intenti. Ma forse ero prevenuto.

Piuttosto, il mio timore è che la costituzione di questo nuovo soggetto politico porti a un rallentamento del processo già in atto con Rete a Sinistra. Stiamo lavorando, e secondo me bene, a livello regionale per qualcosa che è molto più avanzato di quello che si prospetta a livello nazionale.

Devo iniziare a preparare il discorso introduttivo per il congresso provinciale. È il mio primo discorso da segretario uscente e di conseguenza è importante farlo bene, Certo che i temi sono tanti e dovrò cercare di fare uno sforzo di sintesi notevole.

13 maggio 2016

Oggi pomeriggio si è tenuta la preannunciata riunione per organizzare la raccolta delle firme sui referendum costituzionali nel territorio del Levante. Non siamo riusciti nella costruzione di un comitato formale, ma quasi… diciamo che abbiamo costituito un primo gruppo di lavoro. Da lunedì si cercherà di ampliarlo e si cercherà di coinvolgere il maggior numero possibile di persone esterne al circuito dei “soliti” militanti politici.

Domani mattina parteciperò all’assemblea regionale di Sinistra Italiana. Se sarà il caso, porterò il saluto del partito e farò qualche considerazione, ma in breve, per non far perdere troppo tempo al dibattito. D’altra parte, io odio i discorsi di saluto, che di solito sono preconfezionati e a volte falsi. Non resta che cercare di evitare di cadere nello stesso errore. Più facile a dirsi che a farsi, naturalmente…

11 maggio 2016

Ieri lunga riunione all’Anpi di Sampierdarena per l’avvio della campagna di raccolta firme in vista dei referendum costituzionali. Il tempo a disposizione è pochissimo, le risorse disponibili poche, quelle economiche nulle. Ma ci metteremo tutto l’impegno possibile.

Fra i problemi che dovremo affrontare ci saranno quelli della sovrapposizione di più campagne referendarie, la contemporanea esistenza di due comitati che si muovono in parallelo, la carenza cronica di autenticatori, dato che i consiglieri comunali dovranno fare gli straordinari per la concomitante approvazione del bilancio preventivo del Comune.

Ma d’altra parte i problemi esistono per essere risolti, o no?

8 maggio 2016

Settimana intensa, anche se un po’ caotica. Sul fronte politico sono finalmente arrivati i primi documenti precongressuali. Ovviamente mi interessavano di più le tesi rispetto a statuto e regolamento del congresso e sono arrivate in bozza. Oggi le hanno discusse e domani, spero, avremo la versione definitiva.

Lo confesso, ero molto preoccupato, perché quello che trapelava del dibattito nelle “segrete stanze” cozzava contro i miei principi di una vita. Nel documento ufficiale, per fortuna, non è così. Credo che ci siano le premesse per fare un buon lavoro e per continuare il mio impegno.

2 maggio 2016

Cominciano ad arrivare dei feedback. Nei mesi scorsi ho lavorato molto per sviluppare diversi siti Internet. Uno degli obiettivi era quello di iniziare a far conoscere questa mia attività e mettermi sul mercato come “webmaster”.

All’interno della macchina degli Alpini, che è lenta ma molto costante, ha iniziato a muoversi il passaparola. Non ho la presunzione di essere l’unico a fare determinate cose all’interno di un gruppo di oltre 2000 persone che fanno capo alla Sezione di Genova (a proposito, il sito l’ho fatto io). Ora bisogna che inizi a muoversi anche all’interno del mondo FIE.

Ieri ho finalmente finito di preparare il piccolo dossier sulla Iplom di Busalla, la raffineria che tanti danni sta procurando alla vallata e al torrente Scrivia e che, oltre al problema di inquinamento e salute pubblica, rappresenta una grave minaccia anche per la popolazione residente. A Busalla, infatti, le case sorgono a poche decine di metri dalla raffineria. O è la raffineria che sorge a poche decine di metri dalle case?

albertosoave.it © 2017 Frontier Theme
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi