Agosto 2016

28 agosto 2016

Ferie finite, si riprende. A metà settembre ripartiranno i corsi per il Comune di Genova (100 giornate di formazione che finiranno presumibilmente a fine marzo 2017). Insomma, una sfacchinata, ma è il mio lavoro.

Già oggi ho ricominciato l’aggiornamento dei diversi siti Internet di cui mi occupo, listandoli a lutto in segno di solidarietà con le vittime del terremoto di qualche giorno fa in Italia centrale.

11 agosto 2016

Mancano due giorni alla partenza per le ferie, che come al solito saranno abbastanza attive dal punto di vista delle letture e della scrittura. Devo infatti preparare gli incontri di approfondimento che ho proposto di fare in autunno: il pensiero di Gramsci, Togliatti e il partito di massa, l’economia cinese. Starò via fino al 28 e al rientro dovrò dedicare parecchio tempo alle attività che sto svolgendo a supporto della Federazione Italiana Escursionismo. Il 12 settembre dovrebbero poi iniziare i corsi di formazione per i dipendenti del Comune di Genova.

Questi ultimi giorni li ho trascorsi con un orecchio alle Olimpiadi e mani e occhi sulla tastiera del computer per mettere un po’ d”ordine in una serie infinita di appunti e di bozze di progetti. Sono anche riuscito, finalmente, ad avviare il mio sito dedicato all’attività professionale, per troppo tempo rimandato (www.studio-as.info). Come sito è molto serio, ma d’altra parte è un sito di lavoro.

6 agosto 2016

Sono iniziate le Olimpiadi di Rio de Janeiro e, quindi, avrò alcuni giorni di full immersion televisiva. Sono curioso di guardare il rugby a 7 e, soprattutto, penso che tiferò un po’ per la squadra dei Rifugiati.

Ieri, cerimonia di inaugurazione, che ho visto oggi in differita. Mi è sembrata abbastanza sobria, soprattutto per il Brasile. Solite frasi retoriche, ma anche tanti fischi per il presidente facente funzione del Brasile stesso.

3 agosto 2016

Questa mattina ho accompagnato i miei in montagna e per qualche giorno resterò da solo. Potrò quindi riordinare un sacco di materiale che ho lasciato in arretrato. Nel frattempo continuano ad arrivare opportunità di lavoro e devo anche trovare il tempo per valutare su quali investire del tempo e su quali no.

Mi ero anche ripromesso di capire chi fosse l’atleta del Sud Sudan della pubblicità: si chiama Margret Rumat Rumat Hassan ed è una quattrocentometrista di 19 anni. Almeno adesso so per chi tifare.

1 agosto 2016

Questa mattina, tanto per cambiare, ho comprato Repubblica invece del Fatto Quotidiano o Il Manifesto. In prima pagina, ho subito notato l’inizio di un lungo articolo: Franco, il piccolo borghese che si fece Caudillo. Brano molto interessante che, sostanzialmente, recensisce un libro intitolato Io, Franco scritto da Manuel Vazquez Montalban. Apprezzando sia l’autore che l’argomento ho deciso di comperarlo e l’ho fatto immediatamente, facendo un paio di scoperte. La prima, positiva, è il prezzo: 18 euro per un libro di mille pagine, edito da Sellerio, che normalmente non è fra i più economici. La seconda, invece, molto spiacevole, è che il libro è stato scritto nel 1992, ma la prima edizione italiana è di quest’anno. Ci sono quindi voluti 24 anni per decidere se farne la versione italiana. Mi sembra, francamente, un po’ troppo.

albertosoave.it © 2017 Frontier Theme

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi